Viaggi in aereo

Il contratto di volo è un contratto di trasporto che si perfeziona con l'acquisto del biglietto che generalmente avviene nelle agenzie di viaggio, nelle agenzie e nelle filiali della compagnia aerea, telefonicamente presso la compagnia aerea o presso l'agenzia di viaggio, o ancora più frequentemente via Internet. Prima di procedere all'acquisto del biglietto è sempre consigliato verificare le condizioni restrittive collegate alla tariffa offerta, infatti normalmente a tariffe economicamente più appetibili corrisponde un livello più alto di restrizioni quali, ad esempio, la non modificabilità delle date e/o dei voli prenotati. Qualora l'acquisto venga effettuato via Internet, poi di norma viene richiesto di prendere visione di dette condizioni e di fornire prova della relativa accettazione mediante la selezione di apposita casella.
In caso di viaggio all'estero è importante controllare quali siano i documenti richiesti dalle Autorità del Paese di destinazione e quale validità temporale di scadenza degli stessi sia prescritta. E' poi prevista la possibilità per i passeggeri italiani che si recano temporaneamente all'estero, registrarsi sul sito del Ministero degli Affari Esteri (https://www.dovesiamonelmondo.it.) tale che qualora sopraggiunga una grave situazione di emergenza l'Unità di crisi potrà predisporre gli opportuni interventi.
Quanto ai diritti dei viaggiatori, bisogna ricordare che si hanno precisi diritti in caso di ritardo prolungato del volo, cancellazione del volo e overbooking (ossia imbarco negato), ciò purchè si tratti di voli (di linea, charter, low cost) in partenza da un aeroporto comunitario nonche' di voli -effettuati da una compagnia comunitaria- in partenza da un Paese extracomunitario con destinazione un aeroporto comunitario. Sono inoltre esclusi i passeggeri che viaggiano gratuitamente o ad una tariffa ridotta non accessibile al pubblico, direttamente o indirettamente (ad esempio i dipendenti delle compagnie aeree, delle agenzie di viaggio o dei tour operator)
o a cui viene negato l'imbarco per motivi di salute, di sicurezza o in caso di documenti di viaggio non validi.
È inoltre necessario possedere un biglietto aereo, la prenotazione confermata e presentarsi all'accettazione nei modi e tempi previsti dalla compagnia.

 

Le tutele comunitarie riguardano:
- ritardo prolungato del volo: la partenza dell'aereo e' ritardata rispetto all'orario previsto;
- cancellazione del volo: il volo non parte;
- negato imbarco (overbooking): il passeggero non viene imbarcato a causa dell'eccessivo numero di prenotazioni.

E' importante ricordare che la sentenza della Corte di Giustizia del 19.11.2009 ha enunciato che hanno diritto al risarcimento del danno anche coloro che subiscono un ritardo del volo nel caso in cui si trovino in situazioni analoghe a coloro che abbiano subito una cancellazione così estendendo al ritardo aereo la disciplina dell'overbooking per cui si rimanda all'apposita scheda.