Polizza R.C. Auto

Guidare un veicolo può essere un'attività ad alto rischio, nel senso che il guidatore è in grado di produrre danni economici a cose o a persone. Se chi guida avesse diretta responsabilità dei danni che ha prodotto l'uso di un veicolo sarebbe precluso ad un'ampia schiera di soggetti, economicamente non in grado di sostenere tale rischio. Il mercato assicurativo è evidentemente in questo caso particolarmente efficiente nel fornire una soluzione istituzionale al problema sopra sollevato e rende dunque guidare
un diritto accessibile alla gran parte della collettività, mutualizzando i rischi fra tutti i guidatori.
A tal proposito dal 1969 è stato introdotto dalla legge l'obbligo per chi circola con veicoli a motore su strade aperte al pubblico, di contrarre una polizza assicurativa per la responsabilità civile (RCA), al fine di far fronte ad eventuali danni prodotti a terzi. Tale obbligo è stato fissato anche per chi circola con veicoli natanti.
In questa sede ci occuperemo esclusivamente della polizza RC auto.
Le polizze assicurative inerenti alla responsabilità civile appartengono a quello che viene definito ramo danni.
Con la stipulazione della polizza assicurativa, la Compagnia assicuratrice si impegna a tenere indenne l'assicurato, entro i limiti definiti dal contratto, dal danno allo stesso provocato da un sinistro (assicurazione contro i danni), oppure a risarcire il danno causato a terzi dall'assicurato (assicurazione contro la responsabilità civile).