Autorità garante concorrenza e del mercato

L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nota anche come Autorità Antitrust, è una "Autorità indipendente" istituita dalla legge n. 287 del 10 ottobre 1990 (Norme per la tutela della concorrenza e del mercato).
Con il termine Autorità indipendente si fa riferimento ad un'amministrazione pubblica che prende le proprie decisioni sulla base della legge, senza possibilità di ingerenze da parte dell'Esecutivo.
Essa ha anche le competenze in materia di pubblicità ingannevole e di pubblicità comparativa, così come ora anche in tema di pratiche commerciali sleali.
Il compito fondamentale dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato è quello di assicurare mediante interventi antitrust un controllo a garanzia della libertà di mercato, con particolare riferimento alla libertà di concorrenza e al divieto di concentrazioni di imprese. L'Autorità pertanto controlla che singoli gruppi di impresa non assumano posizioni dominanti all'interno di un determinato mercato o comunque non pongano in essere accordi tra loro in contrasto con il principio della libera concorrenza, che danneggerebbero gli altri operatori economici dello stesso settore e, in ultima analisi, i consumatori.