Glossario del consumatore

In questa sezione trovate una lista dei principali termini utilizzati nel sito accompagnati da una breve descrizione del significato e del campo di utilizzo.
Il glossario è in fase di continuo aggiornamento. Potete eventualmente suggerire l’inserimento di nuovi termini riguardanti il tema del consumerismo scrivendo a sardegnaconsumatore@regione.sardegna.it

i
IGP
Marchio di origine che certifica l' “Indicazione Geografica Protetta”. Può essere conferito ai generi agroalimentari le cui qualità, caratteristiche o anche la semplice reputazione derivino dall’essere prodotti, elaborati o trasformati in una determinata area geografica, nella quale sono seguite metodiche di lavorazione specifiche, generalmente tradizionali (ad esempio il lardo di Colonnata).
Indebito condizionamento
Lo sfruttamento di una posizione di potere rispetto al consumatore per esercitare una pressione, anche senza il ricorso alla forza fisica o alla minaccia di tale ricorso, in modo da limitare notevolmente la capacità del consumatore di prendere una decisione consapevole.
Indennizzo diretto
L'indennizzo diretto è la procedura di liquidazione del danno che, nell'ambito del sistema assicurativo r.c.a. (responsabilità civile autoveicoli), si applica allorquando si verifica un incidente che coinvolge soltanto due veicoli e che provoca danni di lieve entità. Tale procedura è disciplinata dall'art. 149 del Codice delle Assicurazioni.
Invito all'acquisto
Una comunicazione commerciale indicante le caratteristiche e il prezzo del prodotto in forme appropriate rispetto al mezzo impiegato per la cominicazione commerciale e, pertanto, tale da consentire al consumatore di effettuare un acquisto.
ISVAP
L'ISVAP è l'Istituto che vigila sulle imprese nazionali ed estere che svolgono attività di assicurazione, al fine di garantire la stabilità del mercato assicurativo nonché la trasparenza dei prodotti assicurativi. In particolare, nell'esercizio delle sue funzioni, l'ISVAP rilascia le autorizzazioni alle imprese per l'esercizio dell'attività assicurativa; emana i provvedimenti ritenuti utili o necessari a tutela delle imprese e degli utenti; stabilisce regole finalizzate a garantire la correttezza dei comportamenti degli operatori e il rispetto delle norme; compie ispezioni e indagini di altra natura presso le imprese e gli intermediari assicurativi e adotta sanzioni e misure repressive o ne propone l'adozione al Ministro delle Attività produttive (si ricorda che il Ministero delle Attività Produttive ha cambiato la propria denominazione in Ministero dello Sviluppo Economico); esamina i reclami presentati dagli utenti e dai consumatori nei confronti delle imprese sottoposte alla sua vigilanza.