Domanda: 

Nel mese di ottobre io e mio marito abbiamo deciso di recarci in Spagna. Abbiamo versato un acconto presso un'agenzia di viaggi che dopo pochi giorni ha chiuso per fallimento. Noi non siamo potuti partire e temo di aver perso la somma versata a titolo di acconto. Come posso farmi rimborsare?

 
Risposta: 

Presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri è stato istituito un Fondo nazionale di garanzia che in caso di fallimento o accertata insolvenza del venditore, o dell'organizzatore di viaggi, provvede al rimpatrio del turista all'estero ed al rimborso del prezzo versato per i servizi non fruiti. Il Fondo fornisce altresì un'immediata disponibilità economica in caso di rientro forzato di turisti da paesi extracomunitari in occasione di emergenze anche non imputabili al comportamento dell'organizzatore.
Può fare richiesta chiunque abbia acquistato in Italia un pacchetto turistico presso un'agenzia regolarmente autorizzata. La domanda deve essere presentata entro tre mesi dalla conclusione del viaggio. Ad essa si deve allegare il contratto di viaggio in originale (o una dichiarazione sostitutiva di atto notorio dalla quale risulti l'acquisto del pacchetto di viaggio), copia della ricevuta di versamento della somma corrisposta all'agenzia di viaggio, ogni altro documento atto a provare la mancata fruizione dei servizi pattuiti. Quanto indicato deve essere inviato al Comitato di gestione del Fondo nazionale di garanzia, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri,  Roma.