Domanda: 

Il mio farmacista mi ha consigliato l’acquisto di un farmaco generico in luogo di quello di “marca”, cosa sono i farmaci generici? hanno la stessa qualità dei farmaci di “marca”?

 
Risposta: 

Il farmaco generico è un farmaco non più coperto da brevetto, di norma è indicato con il nome del principio attivo seguito dal nome dell’azienda farmaceutica che lo produce. La copertura brevettale dei farmaci, è l’intervallo di tempo entro il quale la ditta che ha brevettato il farmaco mantiene l’esclusività nella commercializzazione. Il farmaco generico o equivalente viene prodotto e commercializzato dopo la data di scadenza del brevetto o di altri diritti esclusivi. Tuttavia gli aspetti commerciali dei diritti di proprietà intellettuale non impedisce di imporre un’etichettatura accurata o di consentire la sostituzione dei farmaci di marca con quelli generici.
Non appaiono esserci motivi per dubitare del fatto che il farmaco generico sia del tutto uguale, a quello di marca, per quanto riguarda quantità di principio attivo contenuto ed efficacia, che viene testata in laboratorio. Questa uguaglianza di composizione ed effetti del farmaco è definita bioequivalenza. Garante della bioequivalenza e dell’equivalenza terapeutica tra farmaci di marca e farmaci generici corrispondenti è l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), che raccoglie e pubblica regolarmente le “liste di trasparenza”, dove vengono inseriti tutti i farmaci generici dal punto di vista terapeutico . I farmacisti correttamente informano i cittadini circa l’esistenza di farmaci generici equivalenti, anche nell’ipotesi in cui il medico ha prescritto quello di marca.