Domanda: 

Dopo aver concluso un contratto mediante la compilazione di un formulario on-line, ad una più attenta lettura mi sono reso conto della presenza di una clausola che riconoscere al professionista il diritto esclusivo di interpretare una clausola qualsiasi del contratto, alle mie rimostranza l’operatore professionale risponde dicendo che la clausola e legittima in quanto da me specificamente approvata cliccando su una finestra OK alla richiesta di approvazione, questa interpretazione è corretta?

 
Risposta: 

No. L’art. 34 comma 4 del Codice del Consumo dispone che non sono vessatorie le clausole che siano state oggetto di trattative individuali; il comma 5 aggiunge che nei contratti conclusi mediante sottoscrizione di moduli e formulari l’onere di provare che le clausole, malgrado siano state unilateralmente predisposte, sono state oggetto di trattative individuali incombe sul professionista. La negoziazione effettiva deve avere i requisiti della individualità, della serietà, e soprattutto, della effettività, nel senso che al consumatore deve essere stata data la possibilità di esercitare la propria autonomia negoziale con la possibilità di modificare il testo contrattuale. L’effettività della trattativa non può essere data dal semplice gesto spesso automatico, del cliccare sul riquadro “ok” sul video.
In giudizio, il consumatore dovrà provare soltanto il contratto e indicare la clausola ritenuta vessatoria