Teknosol: a che punto siamo?

di: Milena.Manunta - Adiconsum - 01.03.2014
 

Negli ultimi anni le associazioni dei consumatori hanno ricevuto centinaia di segnalazioni di protesta nei confronti dell’attività commerciale realizzata dalla società Teknosol Italia srl. Tale società (operativa fino al mese di dicembre 2013) operava nella commercializzazione di impianti fotovoltaici e prometteva ai consumatori l’installazione a costo zero dell’impianto fotovoltaico.

 

 

 A partire dall'anno 2010/2011 sui quotidiani sardi “La Nuova Sardegna” e “L'Unione Sarda” veniva frequentemente inserita la pubblicità della società Teknosol Italia srl. Tale pubblicità prospettava la possibilità di ottenere un “IMPIANTO FOTOVOLTAICO A COSTO ZERO” o un “IMPIANTO FOTOVOLTAICO AD ANTICIPO ZERO”. 

 

Numerosi consumatori, attratti dalla pubblicità sopraindicata, hanno provveduto a contattare la società e a sottoscrivere il contratto.

 

L’investimento veniva presentato come particolarmente conveniente e senza costi per il consumatore. Con questo s’intendeva che tutto l'investimento si auto-remunerava e il costo totale del finanziamento veniva pagato dalla vendita della parte non auto-consumata della produzione di energia elettrica e dagli incentivi statali relativi al conto energia di riferimento.

 

La proposta commerciale è risultata totalmente ingannevole, fuorviante e antieconomica. Contrariamente a quanto prospettato, i  consumatori si sono trovati a dover pagare le rate del finanziamento, a percepire incentivi economici quasi ridicoli e totalmente inidonei a coprire la rata, a continuare a ricevere bollette dell’energia elettrica del medesimo importo a quelle passate.

 

Tantissimi consumatori, peraltro in un periodo di grave crisi economica, si sono ritrovati beffeggiati da una società che, approffitando  delle scarse conoscenze del settore,  ha promesso grandi vantaggi economici ma ha poi completamente abbandonato i consumatori non fornendo alcuna assistenza (né telefonica, né tantomeno tecnica)e lasciando in capo agli stessi tutte le rate del finanziamento per importi superiori a oltre trentamila euro.

 

A difesa dei consumatori, Adiconsum ha provveduto a: 

-          Inoltrare la segnalazione all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. E’ attualmente in corso il procedimento per pratica commerciale scorretta.

 

-          Inoltrare la diffida alla società Teknosol;

 

-          Comunicare la risoluzione del contratto a Consum.it. Tutti i consumatori che si sono rivolti agli sportelli Adiconsum hanno sospeso il pagamento delle rate del finanziamento;

 

-          Effettuare, tramite il supporto del proprio consulente tecnico, la perizia degli impianti installati dalla società Teknosol;

 

-          Avviato la procedura di conciliazione con Consum.it. La procedura di conciliazione consente di risolvere in tempi brevi e con costi ridotti;

 

-          Chiedere l’annullamento in autotutela della graduatoria regionale per gli incentivi sul fotovoltaico

 

-          Denunciare e collaborare con le Autorità Competenti.