Rc auto: arriva il contratto base

di: Viviana.Frau - Adiconsum - 05.03.2013
 

Rc auto: l'introduzione del contratto base garantirà maggiore chiarezza e trasparenza. Più semplice anche la possibilità di confrontare le polizze.

 

 

D’ora in avanti i consumatori avranno la possibilità di confrontare con maggiore semplicità le polizze per i propri veicoli.

E’ stato  infatti introdotto il cosiddetto “contratto base” anche nell’ambito dell’assicurazione obbligatoria della responsabilità civile (Rc auto).

Si tratta di un contratto standard che tutte le compagnie assicurative dovranno offrire, per legge, ai consumatori.

Il premio della polizza (e quindi il suo costo) sarà deciso dalle compagnie in base alle caratteristiche del cliente e del veicolo assicurato.

Il contratto base Rc Auto sarà caratterizzato da:

-          Un massimale minimo di legge. Attualmente ammonta a 5 milioni di euro per ogni incidente, con il limite di un milione di euro per danni a persone e cose;

-          Nessuna franchigia. In caso di sinistro, pertanto, i danni sono completamente coperte dall’assicurazione;

-          Tariffazione “bonus malus”. Se non si causano incidenti, si applica il cosiddetto bonus che consiste in uno scatto verso l’alto della classe di merito e comporta un premio meno caro. Se, invece, si causano incidenti, viene applicato il malus, cioè due scatti verso il basso della classe di merito (con corrispondente premio più caro);

-          Guida libera. La copertura assicurativa è quindi sempre valida, chiunque si trovi alla guida del veicolo;

-          Rivalse. Le compagnie assicurative potranno rivalersi nei confronti dell’assicurato solo nei casi contemplati dalla legge. Si tratta dei casi più gravi o di maggior allarme sociale (ad esempio, guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti).

Potranno essere stabiliti garanzie e servizi aggiuntivi ma i relativi costi dovranno essere indicati separatamente.

L’introduzione del contratto base dovrebbe favorire maggiore chiarezza e trasparenza nell’ambito delle Rc Auto e consentire ai consumatori di scegliere la polizza in base alle proprie esigenze.

Dovremo però attendere ancora alcune settimane affinché sia operativo. Il decreto che ha previsto il contratto base deve infatti ricevere il parere del Consiglio di Stato per poi essere registrato alla Corte dei Conti.