Mutui: fondo di solidarietà Gasparrini

di: Viviana.Frau - Adiconsum - 07.05.2013
 

 

In  vigore dal 27 aprile il Fondo Gasparrini: destinato alle famiglie in difficoltà, consente di ottenere la sospensione del pagamento delle rate del mutuo fino a diciotto mesi.


Finalmente in vigore il Fondo di solidarietà Gasparrini. Il fondo, istituito nel 2007 è in vigore dal 27 aprile 2013 grazie al Regolamento di attuazione disposto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze con il Decreto n. 37 del 22 febbraio 2013.

Il fondo Gasparrini consente la sospensione delle rate del mutuo per la prima casa fino a diciotto mesi ed è destinato a supportare le famiglie che si trovano in condizioni di particolare difficoltà economica.

Chi può accedere al fondo.  E’ necessario possedere determinati requisiti soggettivi e oggettivi. Innanzitutto, il beneficiario del fondo (uno o più dei mutuatari) deve aver subito uno dei seguenti eventi che devono a loro volta essere intervenuti  dopo la stipulazione del contratto di mutuo e nei tre anni antecedenti la richiesta di domanda di sospensione:

-          cessazione del rapporto di lavoro subordinato o parasubordinato per causa non imputabile al lavoratore, con contestuale stato di disoccupazione;

-          morte o riconoscimento di handicap grave.

Inoltre, alla data di presentazione della domanda, i beneficiari devono possedere:

-          titolo di proprietà sull’immobile oggetto del contratto di mutuo;

-          titolarità di un mutuo di importo erogato non superiore a 250 mila euro, in ammortamento da almeno un anno;

-          un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a trentamila euro.

Esclusioni. Il regolamento di attuazione prevede l’esclusione del beneficio per i mutui:

-          con ritardo nei pagamenti superiore a 90 giorni consecutivi al momento della presentazione della domanda da parte del mutuatario, o per i quali sia intervenuta la decadenza dal beneficio del termine o la risoluzione del contratto stesso o sia stata avviata da terzi una procedura esecutiva sull'immobile ipotecato;

-          che hanno fruito di agevolazioni pubbliche;

-          per i quali sia stata stipulata un'assicurazione a copertura del rischio che si verifichino gli eventi sopracitati, purché tale assicurazione garantisca il rimborso almeno degli importi delle rate oggetto della sospensione e sia efficace nel periodo di sospensione stesso.

Come accedere al mutuo. E’ necessario presentare domanda alla banca con cui si è stipulato il mutuo utilizzando il nuovo modulo (quello del 2012 non è più valido) che può essere scaricato sul sito della Consap o del Dipartimento del Tesoro. Alla domanda andrà allegata la documentazione attestante il possesso dei requisiti richiesti.

Ricordiamo ai consumatori che la sospensione del pagamento delle rate del mutuo non comporta applicazione di alcuna commissione o spesa di istruttoria.

Per maggiori informazioni e per avere supporto nella compilazione della domanda è possibile rivolgersi a un’associazione di consumatori o alla propria banca.