mutui casa alle giovani copie:in arrivo 50 milioni di euro dal governo!

di: monica marras - Adoc - 22.02.2011
 

Ci siamo quasi: se tutto procederà senza ostacoli da marzo, 10mila giovani coppie potranno avere accesso al fondo di garanzia di 50 milioni di euro per ottenere mutui agevolati per l’acquisto della prima casa.
L’iniziativa rientra nel progetto del Ministro della Gioventù ‘Diritto al Futuro’ che prevede tra gli altri anche prestiti garantiti per i giovani meritevoli, posti di lavoro a tempo indeterminato per i giovani genitori con contratti atipci e molto altro (per dettagli http://www.gioventu.gov.it/).
Per rendere operativo il fondo mutui manca ancora l’accordo definitivo con l’Abi e gli accordi con le singole Banche che vorranno partecipare all’iniziativa. Sembra che tutto dovrebbe concludersi entro una decina di giorni, almeno secondo quanto ha reso noto il Ministero della Gioventù al Sole24Ore.

Chi può accedere al fondo?
Hanno diritto ad accedere al fondo le giovani coppie residenti in Italia coniugate (con o senza figli) o nuclei monogenitoriali con figli minori che intendono stipulare un mutuo destinato ad acquistare la prima casa.
I componenti del nucleo familiare (entrambi in caso di coppia) non devono avere più di 35 anni; il reddito Isee non deve essere superiore a 35mila euro; non più del 50% del reddito complessivo imponibile ai fini Irpef deve derivare da un contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato; non si può essere proprietari di altri immobili ad uso abitativo.

Che tipo di mutuo si può richiedere e quali sono i tassi offerti?
Le giovani coppie possono richiedere un mutuo ipotecario destinato finanziare l’acquisto dell’abitazione principale fino ad un massimo di 200mila euro. Nel caso di mutui a tasso variabile (non è specificato se euribor a 1 o 3 mesi) il tasso massimo previsto è pari o equivalente a euribor +150 punti base per i mutui di durata superiore a 20 anni e a euribor +120 punti base per mutui di durata inferiore. Nel caso di mutui a tasso fisso il tasso massimo è pari o equivalente a I.R.S. + 150 punti base per mutui di durata superiore a venti anni ed a I.R.S. + 120 punti base per mutui di durata inferiore. Gli spread in realtà sono in linea con il mercato, ma trattandosi di lavoratori atipici molti istituti non sarebbero disposti a concedere il mutuo o applicherebbero spread più alti: per questo le condizioni possono definirsi agevolate.

Quali sono le caratteristiche che deve avere l’immobile da acquistare?
L’immobile deve essere adibito ad abitazione principale, non deve rientrare nelle categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi) e non deve avere una superficie maggiore di 90 metri quadrati. Non deve infine avere le caratteristiche di lusso indicate nel decreto del Ministero dei lavori pubblici in data 2 agosto 1969.

Come funziona la garanzia del fondo?
Le giovani coppie che hanno diritto ad accedere al fondo beneficiano, in caso di insolvenza, di una garanzia del 50% della quota capitale del mutuo da parte del Governo: l’ammontare massimo garantito non può superare i 75mila euro. L’efficacia della garanzia decorre in via automatica dalla data di erogazione del mutuo. Questo significa che in caso di insolvenza l’istituto di credito, oltre alle classiche procedure attivabili, ha garantiti direttamente dal fondo 75mila euro e proprio questo favorisce la concessione di un mutuo a un tasso definito anche verso chi altrimenti non avrebbe garanzie sufficienti per accedervi.

«L’iniziativa del Governo è sicuramente meritevole - commenta Alessio Riccucci, Responsabile Area Banche di Supermoney - e non appena il fondo sarà attivo darà la possibilità di sottoscrivere un mutuo a numerose famiglie che altrimenti non l’avrebbero. Tuttavia anche il mercato dovrebbe evolversi in una direzione di maggiore flessibilità rispetto all’accesso al credito da parte di persone che hanno contratti di lavoro atipici e una situazione reddituale meno stabile. Ad oggi sono ancora pochi gli istituti che offrono prodotti pensati per questa tipologia di clientela, che invece rappresenta un segmento di mercato significativo, considerando anche la situazione di crisi che il paese ha attraversato e i tassi di disoccupazione attuali» (fonte:soldionline.it)