Il pericoloso zucchero bianco

di: Emanuela.Filia - Federconsumatori - 17.05.2012
 

Lo zucchero bianco è un dolcificante che si introduce nel nostro corpo direttamente cosi com’è oppure attraverso i dolci, le caramelle, le bevande,le conserve, i liquori ecc. Le sostanze zuccherine sono alimenti importantissimi della nostra dieta poiché rappresentano la fonte primaria per la produzione di energia che serve a far funzionare correttamente tutto il nostro organismo, dal cervello ai muscoli.
Lo zucchero bianco è il prodotto finale di una lunga trasformazione industriale che utilizza sostanze chimiche altamente tossiche e che uccide e sottrae tutte le sostanze vitali (vitamine, sali minerali, enzimi, oligoelementi), presenti in origine nella canna da zucchero o nella barbabietola da zucchero, che avrebbero dato tutto il loro benefico apporto vitale e salutare. Il prodotto finale del processo di raffinazione è una bianca sostanza cristallina che non ha più nulla a che fare con il ricco succo zuccherino d’origine e che viene venduta al pubblico per zuccherare gran parte degli alimenti che consumiamo.
Molti scienziati dell’alimentazione sostengono che lo zucchero bianco per poter essere digerito e assimilato deve avere almeno in parte quell’armonia di elementi che viene distrutta dalla raffinazione, quindi lo zucchero bianco deve ricostruire gli elementi vitali perduti con la raffinazione. La ricostruzione avviene rubando allo scheletro e agli organi vitali del corpo, vitamine e sali minerali, in particolare il Calcio e il Cromo, necessari alla digestione e assimilazione. Le conseguenze di questo passaggio sono la perdita di calcio nei denti e nelle ossa con l’indebolimento della dentatura e dello scheletro. Ciò favorisce la comparsa di malattie ossee (osteoporosi, artrosi, etc.) e di carie dentarie che affliggono gran parte della popolazione occidentale. Le carie sono causate anche dalla deleteria e aggressiva azione esercitata sui denti dallo zucchero industriale, una volta sciolto nella saliva.
Il pericoloso zucchero bianco ha una grossa influenza sia sul sistema digestivo sia sul sistema nervoso, creando prima stimolazione poi depressione con conseguenti stati di irritabilità, falsa euforia e dipendenza fisica e psicologica a tutti gli effetti. I continui sforzi da parte dell’organismo e in particolare del pancreas per riequilibrare i danni dello zucchero bianco, determinano un esaurimento delle energie con l’indebolimento di tutto l’organismo.
Per proteggere la nostra salute esistono delle valide e salutari alternative allo zucchero raffinato, come il Miele, lo Zucchero di Canna Integrale e non raffinato, la Melassa, il succo d'Agave, lo sciroppo d'Acero e il Malto d'Orzo.

Fonte:Vivere Meglio