Bollette Abbanoa: le diverse fasce tariffarie

di: Federico.Nonnis - Adiconsum - 16.02.2011
 

Come tutti sanno Abbanoa applica tariffe diverse a seconda della quantità di metri cubi (mc) consumati.
Sebbene questi calcoli vengano fatti automaticamente e quindi da un punto di vista tecnico siano spesso corretti, è sempre utile capire esattamente come vengono calcolati i consumi.
In particolare, per i contratti relativi ad "uso domestico", esistono cinque diverse fasce tariffarie, a cui corrispondono tariffe via via più crescenti:
1) da mc 0 fino a mc 70 (tariffa più bassa)
2) da mc 71 fino a 140 mc
3) da mc 141 fino a mc 200
4) da mc 201 fino a mc 250
5) oltre mc 250 (tariffa più alta)
Tuttavia quello che molti utenti non sanno e che il numero di metri cubi varia proporzionalmente al periodo preso in considerazione nella fattura. Ad esempio le fasce sopra descritte si applicano quando vengono presi in considerazione i consumi di un anno intero.
Quindi se ci arriva una bolletta relativa ai consumi effettuati in 6 mesi, i mc
conteggiati nelle diverse fasce vanno dimezzati: la prima fascia verrà superata dopo 35 mc, la seconda dopo 70 e così via.
Per chiarire meglio il concetto facciamo un esempio.
Immaginiamo di aver ricevuto una bolletta relativa ad un periodo di 3 mesi. Le fasce tariffarie saranno suddivise nel seguente modo (il nostro calcolo ha un approssimazione di circa 1 mc per ciascuna fascia):
1) da mc 0 fino a mc 18
2) da mc 19 fino a mc 35
3) da mc 36 fino a mc 50
4) da mc 51 fino a mc 63
5) oltre mc 63
Quindi se in questi 3 mesi abbiamo consumato 48 mc, 18 mc verranno conteggiati applicando la tariffa relativa alla prima fascia, altri 16 con la tariffa della seconda fascia, fino ad arrivare alla terza fascia con i restanti 14
(18+16+14=48).

Commenti

In base a queste tariffe, che

In base a queste tariffe, che ripetiamo dovrebbero essere applicate, ma che spesso non lo sono relativamente ai tempi in cui vengono effettuati i consumi e quindi con la dovuta fatturazione, non è corretto da parte di Abbanoa SpA , emettere una fattura a saldo, per un periodo di oltre 3, 4 , e addirittura 5 anni, attribuendo mc consumati anno per anno, provenienti dalla differenza tra i mc consumati al 2010, e la lettura iniziale fatta nel 2006, divisa per gli anni presi in considerazione, in quanto, non si fà un conteggio sui reali consumi annuali degli utenti, ma è un calcolo da cui consegue, la maggior parte delle volte, l'applicazione di una tariffa più elevata, non corrispondente a quella effettivamente dovuta.

Quindi a seconda di come si

Quindi a seconda di come si sveglia Abbanoa la nostra bolletta cambia di importo ?. Cambiano le tariffe in base alla frequenza della lettura , sarebbe piu opportuno e trasparente conteggiare le bollette su una base bimestrale come fanno gli altri fornitori di servizi anche per avere un dato piu chiaro e certo per l'utente del costo a mc.dell'Acqua.

Non è proprio così Mario,

Non è proprio così Mario, Abbanoa è tenuta ad applicare le tariffe che di anno in anno vengono stabilite dall'Autorità d'Ambito della sardegna, e che prontamente devono essere rese pubbliche e fatte conoscere al consumatore/utente (cosa che non succede sempre purtroppo!); è comunque vero che i calcoli delle bollette seguiti da Abbanoa sono spesso difficili da capire e da seguire, cosa a mio avviso assolutamente sbagliata in quanto qualsiasi utente dovrebbe riuscire a capire la procedura che viene seguita per il calcolo della propria bolletta.
Per quanto riguarda il periodo di fatturazione, Abbanoa dovrebbe emettere le fatture con cadenza trimestrale per le letture forfettarie (fatture in acconto) e con cadenza semestrale per le letture reali (fatture a saldo), come previsto dalla carta dei servizi, cosa che invece non accade quasi mai.

Si Giovanni sicuramente io

Si Giovanni sicuramente io parlo anche un po ignorantemente perche non conosco esattamente le tariffe a cui è soggetta Abbanoa ,ma non credi come accennavi anche tu che nella fattura siano tenuti a rispettare i canoni di chiarezza a cui sono soggetti gli altri fornitori che emettono fattura di servizi e non indicando chiaramente tipo di prodotto ,quantita e prezzo unitario con relativi totali?. Anche perche io sto pagando un prodotto (su cui poi si potrebbe discutere anche della qualita da loro dichiarata che non corrisponde alla realta vedi -limpidezza-depurazione- ecc.)indispensabile ,e non ho neanche la possibilita di poter fare una scelta di fornitore.
Grazie comunque per la tua disponibilità

Certo Mario, Abbanoa è

Certo Mario, Abbanoa è obbligata per legge ad esporre tutte le voci che compongono l'importo finale della bolletta, questo permette al consumatore di conoscere tutte le varie voci (tariffa - quota fissa - depurazione - fognatura - ecc.) ma allo stesso tempo può creare confusione.
Il mio consiglio è controllare sempre ogni singola voce, e raffrontare le tariffe che di anno in anno vengono applicate ( le puoi trovare sia sul retro della bolletta oppure visitando il sito www.abbanoa.it), in alternativa puoi rivolgerti per un consulto all'associazione dei consumatori a te più vicina.
Spero di esserti stato utile, un saluto.

Giovanni ha ragione, anche se

Giovanni ha ragione, anche se il modulo di fatturazione di Abbanoa è tutto meno che trasparente e comprensibilie. A questo si aggiunga che le modalità di fatturazione sono estremamente complesse, cervellotiche e non rispettano i diritti dei consumatori e la loro Carta del Servizio: per esempio nella periodicità della fatturazione che dovrebbe essere trimestrale, con la fattura inviata immediatamente all'utente, e con il saldo dei consumi reali effettuato almeno ogni 6 mesi.
Abbanoa in questo momento è un "problema" per i consumatori sardi, le associazioni dei consumatori stanno provando a farla diventare un "servizio".